domenica 1 febbraio 2015

La storia di Avalon

Un gruppo di pochi amici nel 2008 a Pontecagnano- Faiano (Salerno) decidono di fondare un'associazione di nome Avalon. Accade tutto improvvisamente, ma il sogno di costruire una nuova realtà associativa per concretizzare le loro idee non li ha mai abbandonati.

Ci racconta la storia di Avalon, il presidente Michele D'Elia

"Avalon è nata circa otto anni fa, a Pontecagnano Faiano, comune in cui sono nati i primi ragazzi del gruppo. Nel 2007 ci incontravamo in pochi sotto un gazebo allestito nell'area delle scuole medie in via Toscana, e non avevamo assolutamente alcuna idea di che cosa fosse la gestione di un'associazione, ma avevamo il desiderio di creare "qualcosa di nostro" che potesse prendersi cura e trasformare la realtà circostante in qualcosa di migliore. Volevamo a tutti i costi un miglioramento. Ovviamente non fu facile: abbiamo prima di ogni cosa capito che cosa significasse fare un'associazione, essere un'associazione. Così scommettendo su noi stessi, sui nostri scarsi mezzi e sulle possibilità nel 2008 nacque il progetto "Avalon" in onore del ciclo Arturiano".
Quali sono le attività che l'Associazione promuove?

"Molte cose ma andiamo per ordine: dal 2011 al 2013 abbiamo organizzato il "Comicon NAPOLI e SALERNO", Salone Internazionale del Fumetto che è una fiera annuale dedicata al fumetto e all'animazione che si svolge ogni anno in 4 giorni (in 3 giorni fino all'edizione 2011, tranne nell'edizione 2008 che si è svolta comunque in 4 giorni) solitamente in primavera. La prima edizione risale al 1998. Nelle edizioni 2010 e 2011, le due sedi di Castel Sant'Elmo e Mostra d'Oltremare hanno entrambe ospitato la manifestazione. In questa cornice l’associazione si è occupata di allestimenti e intrattenimenti per tutta la durate della manifestazione, oltre che curare la comunicazione per la propria area di competenza. Nello stesso periodo abbiamo partecipato al"Play Summer" - Pontecagnano (SA), un allestimento area game e intrattenimento ludico nel contenitore PlaySummer. Un evento dove lo sport si combina alla musica, all’arte e al puro intrattenimento. Il progetto vuole far vivere e riscoprire il ruolo dello sport nel mondo giovanile rafforzando i concetti di partecipazione e divertimento attraverso la diffusione dei principi tipici del fair play. “We play for fun” è il messaggio che dalla prima edizione caratterizza tutti gli eventi sportivi del PlaySummer, lo sport per una volta mette da parte la componente agonistica dando spazio al semplice “fun” divertimento. L’evento inoltre costituisce un meltin pot di arte e culture giovanili rivolte a riscoprire le principali attività artistiche e tendenze che hanno caratterizzato la fine del XX secolo. Sono 4 le keyword intorno alle quali ruota l’evento: Sport, Musica, Arte e Culture Giovanili. Nel 2011 abbiamo proposto una serie di iniziative con il titolo "Avalon, la Palestra della Mente" che ha voluto ampliare l’offerta e i servizi del terzo settore. Attraverso una rete di iniziative e uno sportello stabile, l’associazione si è occupata di raccogliere una serie di iniziative e proposte sia dai soci che dai privati per creare nuove occasioni di rete territoriale con gli enti, progetti, ed eventi, che coinvolgessero maggiormente il tessuto del territorio attraverso le varie realtà associative, puntando soprattutto alle attività che sviluppavano maggiormente il patrimonio culturale del territorio di attuazione. Dal 3 Novembre al 1 Dicembre 2012- Associazione Avalon - Comune di Pontecagnano-Faiano (SA): "Avalon day: AssociAmici" Il progetto ha previsto una serie di punti saldi come l’organizzazione, la gestione e anche la logistica tutto finalizzato alla progettazione di rete associativa, che intorno a una delle prime manifestazioni di “ tavola rotonda” tra associazioni ha messo in campo un progetto comune di comunicazione, animazione territoriale, convegnistica, e cartellone di eventi. Dal 2012 al 2013 abbiamo Progetto "Life + SUN EAGLE", un progetto pluriennale per la sperimentazione di strumenti di governance, sostegno e accompagnamento, per la definizione di azioni locali connesse all'attuazione del protocollo di Kyoto, attraverso metodi partecipati volti a coniugare obiettivi globali di riduzione delle emissioni con obiettivi locali di sostenibilità, favorendo le specificità e le vocazioni territoriali nell'Appennino meridionale italiano. Il progetto prevede la partecipazione delle Comunità montane, delle Unioni di comuni, quali beneficiari associati, nell'ottica della sperimentazione e dimostrazione della condivisione di modelli di gestione a livello europeo. progetto SUN EAGLE si prefigge di contribuire al
raggiungimento degli obiettivi di Kyoto, anticipando l'adozione di strumenti sviluppati negli ultimi anni per la contabilizzazione, la pianificazione di azioni di riduzione e compensazione, la comunicazione e la valorizzazione economica attraverso incentivi e meccanismi di mercato connessi con il tema della riduzione delle emissioni climalteranti, nonché di sperimentare strumenti di governance locale di accompagnamento per la definizione di azioni locali per l'attuazione del protocollo di Kyoto attraverso metodi partecipati volti a coniugare obiettivi globali di riduzione delle emissioni con obiettivi locali di sostenibilità, favorendo le specificità e le vocazioni territoriali nell'Appennino Meridionale. Dal 2013 ad oggi portiamo avanti Banca del Tempo di Bellizzi – Bellizzi (SA). Progettazione e gestione di una struttura “Banca del Tempo” attiva sul territorio del comune di Bellizzi. L’iniziativa, in un contesto di comunicazione vera, offre l'opportunità di promuovere buone relazioni nella comunità basate sulla fiducia e la reciprocità, di trovare aiuto e solidarietà nelle necessità pratiche, di valorizzare esperienze della tradizione locale mai veramente cadute in disuso, di promuovere stili di vita sostenibili ed infine di realizzare insieme veri e propri progetti di economia solidale. Analogamente all’interno dello spazio Banca del Tempo sarà organizzato uno spazio atto a valorizzare e promuovere le iniziative giovanili innovative in special modo nel campo culturale ed artistico. Da Marzo 2013 ad oggi - Comune di Battipaglia (SA) abbiamo portato avanti un'Attività di animazione territoriale per la promozione del Progetto Maieutica nei comuni del Distretto 56. Organizzazione dei workshop in collaborazione con il rappresentante di uno dei partner maggiori del progetto: Vincenzo Quagliano della QS & Partners. Dal 2 all'6 Marzo 2013 - Comune di Battipaglia (SA)  "Le Associazioni incontrano Maieutica": Animazione territoriale destinata all’ Ente pubblico, al Terzo settore, alle Politiche sociali. Programma finalizzato alla conoscenza dello sportello maieutica, e all’incontro dello stesso con il mondo dell’associazionismo. Dal 27 Marzo al 27 Aprile 2013 presso il Comune di Pontecagnano-Faiano (SA): "Cooperiamo" Programma di animazione per l’ Ente pubblico, e gli operatori del Terzo settore Iniziativa nata per favorire e creare una rete tra gli operatori del terzo settore e nel mondo dell’associazionismo in generale, dove confrontare dinamiche della vita associativa, proposte , progetti e suggerimenti per migliorare la rete territoriale, ma principalmente strumento di conoscenza e diffusione delle iniziative associative. Dal 15 Aprile al 19 Maggio 2013 presso il Comune di Pontecagnano-Faiano (SA): "Onirika: La Macchina dei Sogni" Animazione, intrattenimento, arte, giovani sono stati solo alcuni dei punti toccati all’interno della fiera realizzata. Sullo sfondo del mondo del fumetto e dell’animazione si sono susseguite gare cosplay, attività che prende sempre più piede nella nostra nazione come occasione di intrattenimento per grandi e piccini e giochi con aree game allestite su misura. Insomma una manifestazione all’insegna del mondo ludico e dell’intrattenimento come attrattori turistici e culturali. Da Ottobre 2013 abbiamo partecipato a "Distretti Creativi Europei", alla ATS per la composizione di un progetto unitario denominato “Distretti Creativi Europei” con l’ipotesi progettuale A.P.I. (Agrario Progetti di Imprese). Il progetto mira a sostenere l’occupabilità giovanile nella filiera agricola orientando i soggetti coinvolti nell’individuazione delle idee imprenditoriali e nella redazione del proprio Piano d’Impresa.  Nell' Agosto 2013 all' Agosto 2014 abbiamo promosso “Salerno in Fantasy”, evento in chiave fantasy svoltosi a Salerno all’interno del parco dell’Irno. Avalon risulta presente per l’organizzazione e la direzione dell’evento nonché per l’allestimento di uno spazio espositivo in cui fare mostra del proprio settore ludico e cosplay. Nell'Ottobre 2014 abbiamo aderito, tramite il comune di Pontecagnano Faiano, al progetto nazionale “Libriamoci. Giornata di lettura nelle scuole”.
L’Associazione Avalon ha curato l’evento all’interno della biblioteca comunale di Pontecagnano tracciandone le linee guida e seguendolo durante il suo intero svolgimento. 
Dal Dicembre 2014 abbiamo curato "SuperAbilmente - Garanzia Giovani": gestione dell'info point dedicato ai giovani interessati al progetto dell'A.S.A.D. Pegaso "SuperAbilmente" e per il supporto alla registrazione sulla piattaforma Garanzia Giovani - Click Lavoro Campania. Il progetto è stato gestito in collaborazione con l'A.S.A.D. Pegaso. Dal Dicembre 2014 abbiamo gestito "Giovani in Società - Garanzia Giovani", l'info point dedicato ai giovani interessati al progetto del Comune di Pontecagnano Faiano "Giovani in Società" e per il supporto alla registrazione sulla piattaforma Garanzia Giovani - Click Lavoro Campania. Il progetto è stato gestito in collaborazione con il Comune di Pontecagnano Faiano.


Insomma l'Associazione Avalon è molto attiva sul campo e su questo nessuno può discutere, perché lavora con laboriosità instancabile ogni giorno. In che modo far funzionare un'associazione con molti iscritti e con interessi così diversi? Forse il segreto è l'onestà con cui si portano avanti i progetti, ma su questo ognuno deve verificare così che queste parole non rimangono solo tali.


Mi dicono che
 "Capì questo: che le associazioni rendono l'uomo più forte e mettono in risalto le doti migliori delle singole persone, e danno la gioia che raramente s'ha restando per proprio conto, di vedere quanta gente c'è onesta e brava e capace e per cui vale la pena di volere cose buone (mentre vivendo per proprio conto capita più spesso il contrario, di vedere l'altra faccia della gente, quella per cui bisogna tener sempre la mano alla guardia della spada)".