mercoledì 30 gennaio 2013

Mielacrime

Nella testa solo queste parole

"Possano le mie lacrime amare 
Amare ogni cosa aaaaaa
Podens sa gambas 
Meda lizzeras currere finza a tie
Podens sa luna creschere finza 
a cando Ada esser mia 
Possa la pioggia cadere lenta 
come la musica 
possano le mie braccia aaaa stringerti al soleeee
e diventar parole eeee
 nuvole verso te 
Prendimi per mano 
portami a casa mia"  

Possa il mio primo pianto saluto Giungere fino a te ...

Quante lacrime possono essere versate in una giornata? Tante, molte, parecchie, illimitate ... 
Ma perchè? Perchè si soffre, perchè si è feriti, perchè si vaneggia in lugubrazioni mentali, perchè c'è chi mente guardandoti negli occhi.

Cosa fare? Cosa cambiare? Cosa dire? Cosa rimproverarsi? Come gestire quel turbinio di sensazioni che ti sconvolgono, che ti abbagliano, che ti squarciano?

C'è solo una scelta: non leggere più lo stesso capitolo, cambiare pagina. Ma su quella pagina nuova ci scrivo io.


Mi dicono che 
"Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione. Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è problema loro." 
Charlie Chaplin

martedì 15 gennaio 2013

La maratona di New York



Luis Fusaro, l’uomo con un proiettile in testa da 36 anni, partecipa alla Maratona di NewYork

Luis Fusaro, l’uomo con un proiettile in testa da 36 anni, partecipa alla Maratona di New York del novembre 2013, insieme ad Aldo Stefani ed altri Italiani, del gruppo del Dr. Roberto Cerè. Il celebre evento newyorkese vedrà impegnati i partecipanti su un percorso di 42 km e 125 metri. La partecipazione di Luis Fusaro (come lui stesso afferma) alla Maratona Americana costituisce la palese dimostrazione di come si possa affrontare la vita in modo del tutto positivo. Intende, infatti, dimostrare che tutto è possibile, se lo si vuole. Il Presidente della Interable Research Foundation intende portare in alto il nome del luogo natìo: Corigliano Calabro. E lo fa, nonostante l’interabilità con la quale convive, sin dalla più tenera età. Ha la gamba sinistra più corta di un centimetro e mezzo rispetto a quella destra, ed una ridotta funzionalità del braccio sinistro. Ma questo non gli impedisce di affrontare gli eventi della vita con coraggio, grinta e determinazione. Partecipa affinché trionfino i più nobili valori, perché ognuno possa riscoprire le proprie potenzialità interiori che sono notevoli e consistenti. Bagaglio di cui ognuno dispone, e che magari cerca, brancolando al buio, senza sapere che è già dentro di noi. Sono stati proprio i più alti valori, la molla scatenante che ha portato Luis Fusaro, insieme ad altri membri del team della IRF, a costituire giuridicamente la Interable Research Foundation. L’amore per la vita può condurre chiunque a trovare strade nuove da percorrere per vivere meglio, e ad agire in tal senso. Spesso accade che chi viene messo a dura prova dagli eventi della vita senta il bisogno insopprimibile di uscire dal proprio guscio, ed affrontare con coraggio ciò che considera arduo da affrontare. Poi ci si rende conto col tempo che la difficoltà è stata essenzialmente mentale o psicologica. Ed è proprio questo che Luis Fusaro ha affrontato. Le proprie barriere interiori sono le più dure da demolire, e, proprio per questo, consentono di sentirsi gratificati, oltre qualsiasi previsione, allorquando si affrontano e si demoliscono. Si acquista così la propria identità. Identità che non è l’unica soluzione di vita. Ne esistono tantissime. Ed è la capacità camaleontica dell’Essere umano che gli consente di cambiare pelle, e quindi di fare le proprie scelte in base alla propria intelligenza, all’ambiente circostante, ed agli affetti che lo circondano. L’uomo ha bisogno di emozionarsi, di sognare. E’ vero che siamo fatti della stessa materia dei sogni. Essi aiutano a vivere meglio. Perché? Sicuramente perché non si ritiene che essi siano impossibili. Se fossero impossibili non si dedicherebbe del tempo ai sogni. Sognare non solo è lecito, ma si può essere artefici del proprio futuro nel modo migliore e come si vuole. Ciò significa che se si vuole una determinata cosa occorre, sin da subito, impegnarsi nel costruirla, lavorando.
 Luis Fusaro è impegnato nella vita, in qualità di Presidente della IRF (Fondazione Scientifica), in una Maratona personale rivolta alla collettività, finalizzata a migliorare la qualità di vita delle Persone interabili, tramite la Ricerca Scientifica, la Formazione, l’Informazione e l’Inserimento nel mondo del lavoro. L’evento newyorkese non è quindi soltanto una semplice sfida: innanzitutto è una sfida verso sé stessi, essendo noi stessi i più duri avversari da affrontare; poi la palese dimostrazione che le grandi difficoltà possono e debbono essere sconfitte quotidianamente; e, ancora, la scelta di farlo nel modo più intelligente: divertendosi, e vedendo posti nuovi dalla natura incantevole, presenti in tutte le aree del nostro pianeta, anche quelle più lontane.      
Aldo Stefani

Mi dicono che
"Un piede avanti l'altro, un passo alla volta, non ha importanza quante volte cadi, quello che è importante e che ti rialzi una volta in più (...)Se non credi in te stesso non pensare che gli altri lo facciano per te. Le prove a cui sopravviviamo ci rendono più forti." 
Nietzsche


sabato 12 gennaio 2013

L'estetica di Ivan Resciniti


Ivan Resciniti, cresciuto a Salerno, fin da piccolo ha dimostrato una spiccata attitudine nell'arte pittorica. I suoi soggetti nel corso degli anni si sono evoluti mantenendo una connotazione comune, l'amore per il ritratto ed una profonda attenzione per le sue differenti implicazioni psicologiche. Ha iniziato un percorso artistico presso i maestri Michelangelo Angrisani e Antonio Sabetta. Inoltre ha perfezionato gli studi presso l'Accademia di Belle Arti di Milano si è specializzato presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli riportando la votazione di 110/110. Le sue abilità spaziano in tutte le tecniche pittoriche , grafiche e tecnologiche quali la creazione di sculture virtuali e l’animazione delle stesse.


 

1) Le tue opere come prendono vita?
 
 Le mie opere prendono vita,da emozioni o sentimenti che fatico a rendere visibili nel quotidiano, questi "stati d'animo" vengono  incanalati in volti di persone che ho conosciuto durante la mia vita. 

 2) L'arte è per te?

L'arte è per me essenzialmente un insieme di sofferenza e piacere, l'inizio di un 'opera coincide sempre con  la "sofferenza",  poi successivamente  subentra il  piacere che definirei "perverso" in quanto l'opera stessa mi porta a perdere contatto con la realtà circostante 

 3) Il tuo futuro di che colore è?
 
Il mio futuro è sicuramente di  "Bruno Van Dick" adoro questo colore che all'occorrenza si puo' trasformare in un colore caldo o freddo aggiungendo  rispettivamente un po' di giallo o blu.

4) Che lingua parla l'artista che è in te?



L'artista che è in me parla  un linguaggio chiaro e diretto, personalmente credo che le mie opere comunicano all'osservatore emozioni che toccano direttamente  il suo  inconscio. 

5) Oggi come si diventa artisti?

Credo che oggi sia impossibile diventare artisti, e personalmente  dipingo per me stesso  non avendo nessuna esigenza narcisistica nel voler mostrare a tutti i costi  il mio lavoro.

 








Elenco di mostre e attività artistiche a cui ha preso parte:
2006 Salerno “Galleria Sognando d’Arte” mostra collettiva. 
2007 Salerno “Scuola Vicinanza” mostra collettiva. 
2008 Salerno “Palazzo Genovesi” mostra personale.
2009 Milano “Accademia di Belle Arti di Brera” mostra collettiva.
2010 Napoli “Accademia di Belle Arti Brera” mostra collettiva. 
2011 Salerno “circolo politico Miriam Makeba” mostra collettiva.2011 Napoli “Teatro libero” mostra collettiva.
 2012 Salerno Attività di docente svolta presso l’associazione culturale Malù Fantasie d’Arte.
2012 Salerno  "Associazione La Tenda" primo classificato concorso di pittura.

2012 Salerno  "Associazione La Tenda" mostra collettiva.


 Mi dicono che
"L'arte è magia liberata dalla menzogna di essere verità".
Theodor Adorno, Minima moralia, 1951
 
Per contatti 
http://www.ivanresciniti.it/