giovedì 27 dicembre 2012

Chi è Giorgio Petrosyan?



Il 15 dicembre 2012 al Palacasoria in prov. di Napoli si è svolto l'evento The Clash. La gara sportiva ha avuto luogo al Palacasoria (Na) e ha visto la partecipazione di numerosi atleti ed ha aperto la gara Alessio Sakara, atleta italiano di arti marziali miste attualmente sotto contratto con l'organizzazione statunitense UFC.

Attualmente detiene il titolo di campione del WMC Intercontinental Middleweight ottenuto concorrendo nel K-1 MAX. Nato con il nome di Gevorg Petrosyan a Yerevan in Armenia il 10 dicembre 1985 a 13 anni si trasferì in Italia e cominciò a studiare la muay thai, due anni più tardi ha cominciato a disputare combattimenti. Da allora vive a Gorizia e si allena con Alfio Romanut alla palestra Satori Gladiatorium Nemesis. Soprannominato "the doctor" Ha un fratello, Armen Petrosyan, anch'egli shootfighter professionista. Giorgio Petrosyan è il primo atleta nella storia del K-1 World Max ad aggiudicarsi il titolo di campione per 2 anni di fila. Nel 2009 vince il torneo battendo Dzhabar Askerov (KO), Albert Kraus, Yuya Yamamoto (KO) e in finale l'olandese Andy Souwer. Nel torneo del 2010 Petrosyan si dimostra ancora una volta il più forte sconfiggendo nell’ordine: Vitaly Hurkou, Albert Kraus, Mike Zambidis ed in finale il giapponese Sato.


  •  
  • 2012 Domenica 4 Novembre, Titolo Glory 3 World Series
  • 2012 Glory 3 World Series Final 8
  • 2012 Glory 3 World Series Final 16
  • 2010 Field K-1 WORLD MAX Champion
  • 2009 Field K-1 WORLD MAX Champion
  • 2009 WKN Intercontinental Oriental rules (69,9 kg) champion
  • 2007 Janus Fight Night tournament champion.
  • 2006 Janus Fight Night tournament champion.
  • 2006 KL World title (-67 kg)
  • 2005 WMC Intercontinental Welterweight champion
  • 2005 MTA European champion
  • 2004 MTA European champion.
  • (Fonte Wikipedia)
  •  
    Ecco l'intervista di Mi dicono che a Radio Kolbe
 http://www.livestream.com/rkolbe/video?clipId=pla_4a15c5f7-c365-4704-b7b0-9ccd34ce28fb l'intervista è dal minuto 49:50

Nessun commento:

Posta un commento