sabato 22 novembre 2014

Idee regalo per Natale: Creazioni Bian

 Manca poco a Natale e la corsa ai regali si fa sempre più incalzante. Come aiutarvi? Vi suggeriamo qualche idea.
 La prima idea è quella proposta da Creazioni Bian di Antonella che ha risposto alle nostre domande.


1) Che cosa è Creazione Bian?

"Creazioni Bian è l'acronimo che sta ad indicare il mio nome Bisceglia Antonella. Nasce dall'idea di voler creare uno spazio dove mostrare ciò che produco dalle mie mani"

2) Dal marmo alle sue polveri ... perché la scelta di questi materiali per la realizzazione delle tue opere? Come nasce l'idea di Creazioni Bian? 

"Tutto è nato davvero un po' per caso. Da un barattolo di gesso inutilizzato e un posacenere con una rosa incisa alla base è nato il mio primo gessetto. Ricordo che il risultato non fu soddisfacente anzi molto deludente:infatti si scheggiò durante l'estrazione, era opaco, ruvido e grigio. Il solo fatto però che qualcosa fosse pur uscito mi diede la spinta a continuare. Desideravo ottenere un risultato migliore e volevo arrivare ad un bianco candido. In commercio c'erano polveri di vario genere pronte per l'uso proprio per fare questo tipo di lavoro e ne comprai qualcuna. il risultato fu nettamente migliore ma ancora non era il risultato che volevo raggiungere (ahimè, amo la cura per i particolari e tento sempre di essere perfetta). Per questo motivo ho tentato di creare la miscela, utilizzando del marmo reso molto fine come una polverina e ho sperimentato più e più volte per trovare le  giuste proporzioni con i vari componenti. Alla fine il mio impegno e la mia tenacia furono ricompensati: ottenni un impasto fluido, lucido che ben facesse sperare ad un esito positivo della colata. In seguito ho personalizzato il composto con l'aggiunta delle essenze che non macchiassero il biancore dei gessetti.

3) Oltre ai gessetti, potremmo vedere altre novità per Natale?

Certo che si! Ho realizzato per l'avvento del Natale alcuni 'chiudipacchi' profumati, da poter applicare su ogni confezione regalo così da poterlo personalizzare. Inoltre ho creato delle decorazioni da poter appendere sull'albero.


4) Che cosa ti spinge a creare?

Ho sempre creato sin da bambina e credo che sia una mia predisposizione naturale. Da ragazzina ad esempio imparai da una mia cara amica a creare dei fiori con dei comuni collant. Mi specializzai così tanto che vennero utilizzati per l'allestimento delle vetrine di alcune attività commerciali del mio quartiere. Imparai a fare la pasta di sale e a modellare soggetti di vario genere, fino a quando alle superiori mi trattenevo a scuola quasi ogni pomeriggio per seguire un corso di ceramica dove imparai davvero tanto. Ciò che mi spinge è la necessità, o meglio il mio bisogno da dover continuamente appagare perché quando creo mi sento appagata e riesco ad esprimere quanto ho pensato. Ovviamente se realizzo così come ho pensato un oggetto, distruggo e ricomincio da capo. Insomma tra me e il creare c'è un vero e proprio rapporto di odi et amo.

5) Le forme che dai alle tue creazioni da dove nascono?

Uso degli stampi che sono in vendita in diversi negozi di hobbystica. Vengono generalmente utilizzati per colate in resina o gesso. Il mio desiderio in realtà sarebbe quello di realizzare io stessa le mie forme come ho fatto con la miscela. Sto lavorando puntando a questo scopo, precisamente alla realizzazione di modelli in argilla per poterne ricavare i calchi, così che darei vita alla mia linea, ad una mia collezione.

6) Mi dicono che ...
"Fai delle tue Idee una Realtà Concreta"
Antonella Bisceglia




Mi dicono che
L'immaginazione è la qualità più tipicamente umana, quella che consente di creare, inventare, capire. È la qualità che consente all'uomo di trovare un margine di libertà, di sfuggire, in parte, alla sua condizione di marionetta mossa dai fili genetici e ambientali.
Piero Angela, Da zero a tre anni, 1975

















Nessun commento:

Posta un commento