sabato 28 marzo 2015

Amare ai tempi di WhatsApp

Francesco Sole non ha l'esclusiva di questo argomento e per questo ne parliamo pure noi! 

Chi non litiga con il proprio partner? 
Se qualcuno avesse una relazione e non litigasse almeno una volta all'anno con il proprio/ fidanzato/a, compagno/a, marito/moglie, allora deve confessare a se stesso di avere una relazione malata.

 Ma quando il litigio si perpetua? Quando si litiga in ogni occasione?
Quando ogni occasione è buona per litigare per poter fare la pace, il litigio deve essere considerato un ottimo strumento per dare pepe alla relazione o un modo per avere una crescita di carattere costruttivo.

Quando un litigio si consuma su Whatsapp, che cosa è necessario pensare?
Si spera che questa modalità, cioè quella di litigare su whatsapp, sia propria e sola degli adolescenti, che timidi e paurosi del confronto non riescono a dichiarare alla ragazzina della loro vita tutto il dolore procuratogli. Ahimè questa modalità di litigio viene usata anche dalle persone che si definiscono adulte, sì proprio quelle persone che sono riconosciute in carriera e in un certo senso 'mature'. Ci auguriamo che Whatsapp sia usato per altri scopi piuttosto che per quello di litigare, ma a quanto pare ci sono persone che pensano che sia il modo migliore.

Che cosa pensare? Che cosa fare in queste circostanze?


a) Non utilizzare i social network

Evitate di usare i social network per manifestare le pecche dei vostri partner, evitate di descriverli o di fare riferimenti al loro modo di pensare e di fare. Evitate di contattarli e di spiarli: non otterrete alcun vantaggio se non che sofferenza, piuttosto cercate di quantificare la gravità della situazione per poter stabilire che cosa sta succedendo.

b) Evitate di dire cose importanti attraverso dei messaggi

Quando siete arrabbiati,bandite e non scrivete  su Whatsapp, Messanger di Facebook, Telegram e Viber la vostra rabbia o i motivi di essa. Non sempre quando si è arrabbiati si scrive e quindi si dice quanto realmente si pensa, anzi a volte si usano le parole per ferire esclusivamente.

c) Evitate di ferire chi amate per questioni puerili

Vengono considerate questioni puerili tutte quei principi e quelle posizioni di principio che non portano a niente. Evitate di rimanere in modo irremovibile sulle vostre posizioni, quanto piuttosto cercate di venirvi incontro.

d) Usate Whatsapp in modo adeguato

Non cimentatevi a capire come Android e Iphon o Windows hanno stabilito come bloccare un contatto. Non ne vale la pena. Piuttosto che applicarvi in queste avventure tecnologico, cercate piuttosto il vostro lato umano. Pensate che oltre quello schermo c'è una persona, una vita.

e) Amate senza Whatsapp

Usate Whatsup per dire alla vostro/a amato/a che cosa è per voi, non usatelo per litigare, in quanto amare non è compatibile con offendere e mortificare. Fate in modo che quel suono della notifica sia una gioia e non un'offesa, fate in modo che la comunicazione sia un mezzo per aggiungere valore a dei concetti e non un modo per ferire l'altro.



Mi dicono che
"Credo negli essere umani che hanno il coraggio di essere umani"
Marco Mengoni






Nessun commento:

Posta un commento